L’etologo a scuola

Le classi prime della scuola secondaria di primo grado “E. Fermi” e “G. Spontini” hanno incontrato l’etologo e naturalista dott. Nazzareno Polini. L’esperto ha mostrato alcuni reperti provenienti da diversi ecosistemi: palchi di cervidi, calchi di impronte tra cui quella dell’orso bruno dei sibillini, varie strutture ossee, mettendo in relazione ogni struttura con la sua funzione ed il suo habitat. Ha mostrato poi due esemplari di rapaci: una poiana, un gufo reale e alcune specie di serpenti, fra cui un falso corallo, un serpente non velenoso che per sopravvivere finge di essere il velenosissimo serpente corallo per fuggire dai predatori. Ha spiegato l’evoluzione dei serpenti, da quando comparvero con le zampe a quando le persero per adattamento ad ambienti diversi all’interno dei cunicoli.

Nell’arco di due ore l’esperto naturalista ha spiegato in modo appassionato ai ragazzi le caratteristiche di specie comuni della fauna selvatica, in particolare dei rettili e rapaci, cercando di superare il pregiudizio comune contro animali in genere non aggressivi. Ha posto l’attenzione sulla tutela degli ecosistemi dei quali i cambiamenti possono costituire un potenziale rischio per il benessere e la salute.

La perdita di biodiversità risulta essere una delle emergenze globali alle quali l’umanità è chiamata a far fronte; ed è anche una delle priorità nel nostro territorio regionale. É importante diffondere la consapevolezza degli ecosistemi come un’interdipendenza ed equilibrio tra gli esseri viventi e tutto quello che li circonda.

Dipartimento di scienze: secondaria 1° grado