“… una luce di pace sarà pure nascosta dietro qualche orizzonte”

Comunicato del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Castelplanio e Poggio San Marcello
5 marzo 2022
NO ALLA GUERRA!
“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli…”.
Questo è ciò che i Padri Costituenti scrissero nell’ARTICOLO 11 della Costituzione Italiana nel 1948, affinché i tragici eventi legati alle Guerre non si ripetessero più!
Eppure… nel 2022, dopo anni di Pace, stabilità, progresso, di Diritti Universali della Persona, si sceglie di nuovo “la strada” della guerra per “risolvere controversie”.
IL NOSTRO E’ UN GRIDO:
NO ALLA GUERRA!
NON TOGLIETECI LA GIOIA DI VIVERE!
NON CALPESTATE LA PACE COSTRUITA DOPO ANNI DI COLLABORAZIONE!
NON MANDATECI A MORIRE: MORIAMO OGNI VOLTA IN CUI VEDIAMO DOLORE, SOFFERENZA, LACRIME!
NON COSTRINGETECI A COMMETTERE GLI ERRORI DEL PASSATO, CONOSCIAMO LA STORIA E NON VOGLIAMO CHE QUELLE ATROCITÀ SI RIPETANO PIÙ!
NO ALLA GUERRA!
“…Fra i vinti la povera gente faceva la fame.
    Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente”

(Bertold Brecht)

Ilaria Giampaoletti e Cristian Sguali

11 MARZO 2022 TERZA TAPPA della MOBILITAZIONE PER LA PACE E PER I DIRITTI UMANI

L’hanno scritto su un grande striscione e cantato percorrendo la loro marcia:

una luce di pace.

Guidati dai sindaci dei comuni di Castelplanio e di Poggio San Marcello Fabio Badiali e Giuseppina Spugni, dai minisindaci del Consiglio Comunale dei Ragazzi Cristian Sguali e Ilaria Giampaoletti  e dai docenti, gli alunni delle classi quinte di Macine, terza, quarta e quinta di Poggio San Marcello e prima, seconda e terza scuola secondaria di primo grado di Castelplanio hanno preso parte alla marcia della pace a conclusione di un’intensa settimana che li ha visti impegnati nel riflettere sul valore della pace e sul come essere, nella propria vita, testimoni di pace.

Presenti alla manifestazione il Dirigente Scolastico Prof. Vincenzo Moretti, il presidente dell’ANPI della media vallesina Patrizia Renzi, il vicepresidente del consiglio d’istituto Laura Crescimbeni ed il parroco Don Mariano Piccotti. Dai diversi interventi ascoltati, da parte delle autorità, dalla voce di chi è in Italia ma ha i propri cari in Ucraina e dai rappresentanti del Consiglio Comunale dei Ragazzi, è emerso il forte messaggio di speranza che ci invita a credere con le parole di Carlo Urbani “che una luce di pace sarà pure nascosta dietro qualche orizzonte”. La manifestazione si è conclusa con  il volo degli aquiloni colorati, a cui simbolicamente i ragazzi hanno affidato i loro pensieri di libertà e di fiducia per un modo diverso da costruire insieme.

Commissione legalità: Castelplanio e Poggio S. Marcello

Link video di un tratto del percorso della marcia della pace:

La marcia della pace lungo le vie di Castelplanio

Foto della marcia della pace del 11/03/2022