Inaugurato il murale “Omaggio a Spontini” L’orchestra d’Istituto sulle note de La Vestale – I Tecnical incontrano le classi seconde

Una festa di suoni e colori, sabato 16 ottobre, per la cerimonia di inaugurazione del murale “Omaggio a Spontini” realizzato dal trio di artisti Tecnicalz – Federico Zenobi, Corrado Caimmi e Nicola Canarecci – sulla facciata della scuola secondaria “Gaspare Spontini”. Una festa di note, grazie agli interventi musicali dell’orchestra d’Istituto che ha eseguito musiche di Gaspare Spontini guidata di Maestri Marco Agostinelli (flauto), Lara Moroni (pianoforte), Stefano Fiammenghi (chitarra), Silvia Stella (violino). 


Tante le persone presenti oltre agli alunni e alle alunne, insegnanti, rappresentanti dei genitori, tra cui il vice presidente del Consiglio di Istituto Gianluca Dottori e la presidente del Comitato Genitori Laura Borroni, cittadini e alle autorità. 

A fare gli onori di casa il dirigente Vincenzo Moretti che ha sottolineato come, attraverso il murale, «siano state coniugate la musica, nel nome di un grande compositore, e l’arte, con questa bellissima opera. E ancora il classico con la modernità, grazie a questa magnifica espressione della street art».

Il sindaco di Maiolati Spontini Tiziano Consoli ha parlato di «un’opera entrata subito nei cuori della comunità di Maiolati Spontini e oltre, capace di creare uno spirito identitario in un territorio che si riconosce in un grande artista e in un genio senza tempo». 

Fabio Badiali sindaco di Castelplanio ha evidenziato come la scuola secondaria intitolata al compositore, e l’Istituto comprensivo a Carlo Urbani, abbiano consegnato ai giovani «la memoria di due persone lontane nel tempo ma entrambe eccezionali, che devono rappresentare un esempio per le nuove generazioni».

Hanno partecipato anche il direttore generale della Fondazione Pergolesi Spontini Lucia Chiatti, il presidente della Fondazione Gaspare Spontini Ivano Zamporlini e la presidente della sezione Avis di Moie Simonetta Scortichini.

Per i Tecnicalz sono intervenuti Federico Zenobi e Nicola Canarecci che hanno realizzato l’opera. Il murale rappresenta il volto di Gaspare Spontini, che prende forma dal violino suonato da una giovane ragazza. Nella parete, dove sono presenti diverse finestre, compaiono anche spartiti con le principali opere del compositore e alcune sue lettere, in particolare quella in cui formalizza la decisione di donare i suoi beni alla comunità maiolatese ed una dedicata all’amata moglie Celeste. Soddisfatti per la riuscita dell’opera, per l’apprezzamento generale e perché «crea un’anima in uno spazio che si pensa non possa averla».

Dopo il taglio del nastro di fronte al murale si è svolto nell’Auditorium l’incontro dei due artisti con le classi seconde della scuola secondaria di primo grado, moderato dal dirigente Moretti. Tante le domande e le curiosità poste agli artisti che, partendo dalla loro esperienza, hanno lasciato loro un messaggio importante: «Studiate ragazzi! Per intraprendere qualsiasi professione, anche artistica, bisogna prima formarsi, crescere impegnandosi nello studio e avere delle solide basi culturali. Poi si potrà scegliere ciò che piace e si riuscirà a farlo bene.»