Piano scuola estate: un ponte per un nuovo inizio

Sport, inglese e socialità all’Istituto Comprensivo “C.Urbani” – Moie
Sono iniziati la prima settimana di luglio e proseguiranno per tutto il mese i
moduli didattici del Piano scuola estate”. Percorsi formativi attuati grazie al “Decreto Sostegni – Misure per favorire l’attività didattica e per il recupero delle competenze e della socialità delle studentesse e degli studenti nell’emergenza Covid-19”.Il progetto, completamente gratuito per le famiglie e fortemente inclusivo, coinvolge in gruppi da 10/12 alunni e per 50 ore di attività circa 230 ragazzi e ragazze, dalla classe prima di scuola primaria alla terza di scuola secondaria di primo grado dei plessi di Moie. Castelplanio e Poggio San Marcello.

«Si tratta di una bella opportunità per riavvicinare il mondo della scuola ad attività particolarmente penalizzate durante la crisi pandemica.I percorsi formativiincoraggianoinfatti la socializzazione el’integrazione mediante attività relazionali e sportive, proprio per permettere ai nostri alunni di superare lacomplessità derivata dall’emergenza Covid.Lo sport ed il movimento sono dimensioni essenziali per una crescita sana ed equilibrata,impegnano al rispetto delle regole e degli altri e contribuiscono alla riduzionedello stress e dell’ansia.La sfida per la scuola, nell’organizzazione delle proposte estive,è stata quellasempre di non lasciare indietro nessuno, con un’attenzione particolare all’inclusione dei minori più vulnerabili,utilizzando tutta la dedizione umana e professionale possibile, così come glistrumenti pedagogicied operativi disponibili.» Lo ha affermato con entusiasmo e da grande sportivo il dirigente scolastico Vincenzo Moretti, ribadendoil bisogno, da parte di bambini e ragazzi, di confronto con gli altri in un contesto educativo e ludico e il valore dello sport come confronto, scambio, elemento di unione al di là di ogni differenza.

Il Piano propone interventi di tipo didattico, formativo e ludico propedeutici alle diversediscipline sportive, compreso il nuoto, si svolge presso la piscina Palablu di Moie e neglispazi verdi ad esso adiacenti, in collaborazione con il Team Marche, tenuto da personale esperto.

Le attività motorie multidisciplinari, si svolgono sia in acqua che a terra, con moduli specifici per diverse specialità sportive tra cui nuoto e acquaticità, calcio, basket, pallavolo. Inoltrebambini e ragazzi si cimenteranno nell’apprendimento della lingua inglese. Il tutto sempre in contesti ludico-sportivi «per dare ampio spazio – ha spiegato Moretti – a tutte quelle attività che consentano dipotenziare soprattutto la relazione con gli altrie di favorire il rinforzo delle competenze già acquisite, in linea con l’Obiettivo 4 dell’Agenda 2030.Questo traguardo ci impegna costantemente a garantire un’istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento continuo per tutti. Dobbiamo sempre ricordare chela formazione in vari contestiè un elemento essenziale per migliorare le condizioni di vita delle persone, delle comunità e delle società.È importante inoltre, in questo particolare momento, che studenti e studentesse siano accompagnati, incoraggiati e sostenuti,attraversoesperienze di socialità, adaffrontare la prossima esperienza scolastica.»

Istituto comprensivo “Carlo Urbani” Moie-Castelplanio.Poggio San Marcello