25 ottobre 2020 – #MarcheLovesWiki# progetto di rete regionale

marche love wikiComunicato stampa del 25 ottobre 2020

Scuola “Enrico Fermi” di Castelplanio e Biblioteca La Fornace

Incontro conclusivo nel progetto di rete regionale #MarcheLovesWiki#

Il piacere della lettura e della scrittura collaborativa, la scoperta dei luoghi più belli del territorio, cultura, ricerca storica e enogastronomia. Sono stati questi e molti altri i contenuti del progetto #MarcheLovesWiki# che si è concluso venerdì 23 ottobre con una videoconferenza, protagoniste scuole e biblioteche marchigiane coinvolte, fra cui l’Istituto “Carlo Urbani” di Moie.

Il Progetto, vincitore nello scorso anno scolastico di un finanziamento del CEPEL (tra i primi quaranta su 300 a livello nazionale), è stato coordinato dal dott. Tommaso Paiano, che ha guidato le attività di formazione per docenti e studenti. Nella Rete regionale sei biblioteche scolastiche in tre diverse province, situate in cinque città marchigiane con importanti istituzioni bibliotecarie pubbliche partner. Capofila l’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia e, sempre della stessa città, il Liceo Classico Perticari. Ad Ancona due le istituzioni partecipanti: Liceo Classico e la Biblioteca Benincasa, mentre a Fermo il Liceo Scientifico Annibal Caro e la Biblioteca Civica, a Fano il Liceo Scientifico Torelli e il Sistema Bibliotecario Pubblico. A Maiolati Spontini la Biblioteca La Fornace e, appunto, l’Istituto C. Urbani, con gli studenti più giovani della Rete, quelli delle classi seconde D – E della scuola secondaria di primo grado “E. Fermi” di Castelplanio.

A ciascun ente partecipante saranno consegnati a breve cinque Ebook Reader, gli strumenti digitali simbolo del progetto, per promuovere abilità e attitudini nell’ambito delle competenze digitali e per avvicinarsi al mondo e agli stili in cui i più giovani stanno crescendo. La lettura digitale, diversa da quella cartacea, rappresenta un arricchimento e una preziosa opportunità educativa, si è affermato nel corso della videoconferenza.

«Un progetto importante per educare alla cittadinanza digitale, per comprendere l’importanza delle fonti e per riconoscere le cornici mentali e sociali nelle quali si è dato forma ai supporti tecnologici che si usano per leggere e scrivere. – ha commentato il dirigente scolastico Vincenzo Moretti – Gli studenti di Castelplanio si sono messi in gioco con compiti di realtà, individuali e di gruppo, finalizzati alla ricerca e all’applicazione di informazioni e conoscenze del territorio, tramite l’uso convergente di scrittura, oralità, stampa, immagini, piattaforme e linguaggi digitali. che ha mobilitato risorse, conoscenze e abilità in funzione della produzione collaborativa di un testo di stile enciclopedico su Wikipedia.»

La formazione per i docenti dell’Istituto “C.Urbani” è stata ospitata all’avvio del progetto presso la Biblioteca La Fornace, mentre gli studenti hanno svolto una ricerca a supporto della lettura e della scrittura collaborativa su piattaforme wiki libere e prodotto contenuti digitali fruibili nelle pagine dedicate al progetto delle piattaforme Wikipedia e Wikidia – enciclopedia libera per ragazzi dagli 8 ai 13 anni.

Contenuti, tecnica e soprattutto un’occasione per avvicinarsi alla multimedialità da protagonisti, dunque: aspetti fondamentali sia per gli insegnanti che per i preadolescenti chiamati a vivere e studiare, soprattutto in questo difficile periodo, con il supporto della tecnologia e della didattica digitale.

Istituto Comprensivo “C. Urbani” Moie-Castelplanio-Poggio San Marcello