11 maggio 2019 – Progetto Ragazzi di classe con la Valvolley alla primaria di Macine

Torneo conclusivo con 170 alunni: sfida, gioco, amicizia

«Oggi è una giornata particolare per noi bambini perché, anziché andare a scuola per fare lezione, siamo qui per giocare a pallavolo. Questo sport è molto divertente, infatti alcuni di noi lo praticano già nel proprio tempo libero: ci insegna che il vero spirito dello sport non è vincere, ma collaborare e fidarsi dei propri compagni di squadra. Ringraziamo le nostre maestre, l’allenatrice Valentina e la Società Sportiva Valvolley per averci dato la possibilità di partecipare a questo bellissimo e stupendo torneo.»

Parole semplici e sincere espresse da alcune bambine di classe quinta della scuola primaria Anna Frank di Macine di Castelplanio al termine della giornata conclusiva del Progetto Ragazzi di classe, sabato 11 maggio al Palazzetto dello Sport di Castelplanio.

Una mattinata veramente festosa in cui circa 170 alunni di classe quarta e quinta delle scuole di Serra San Quirico, Angeli di Rosora e Macine di Castelplanio si sono sfidati a suon di alzate e schiacciate in tornei di volley autogestiti.

 

Promosso dalla Fipav Marche, il progetto di attività sportivo – motoria viene offerto da ormai da sei anni a tutte le classi della scuola primaria di Macine, grazie alla concreta collaborazione dell’Associazione sportiva Valvolley di Castelplanio. Ogni anno, sotto la guida di un insegnante federale qualificato, gli alunni apprendono il gioco del minivolley e divertendosi, sviluppano capacità collaborative e tecniche.

Le lezioni quest’anno sono state tenute da Valentina Vaccaro, che ha conquistato i piccoli atleti coinvolgendoli in attività motorie divertenti ed efficaci.

Al termine della giornata, alla presenza del Presidente del Comitato Regionale Fipav di Ancona Andrea Pietroni, i responsabili della Valvolley Ilario Papi e Stefano Calderigi hanno premiato tutti i bambini con una medaglia, mentre le insegnanti dei due Istituti Comprensivi hanno ritirato una targa ricordo da tenere a scuola. Agli organizzatori, alla Valvolley e a tutto lo staff il grazie di alunni e insegnanti per la sensibilità e per l’impegno con cui hanno ancora una volta confermato piena sinergia con il mondo della scuola.