29 marzo 2019 – Premiata la “E. Fermi” al Quarto Concorso Giornalistico Regionale

La passione, il coraggio di Carlo Urbani e la cultura della solidarietà

Venerdì 29 marzo, a 16 anni dalla scomparsa di Carlo Urbani, si è svolta la cerimonia di premiazione al Teatro Pergolesi di Jesi, con oltre duecento studenti delle scuole della Vallesina, accompagnati dai loro insegnanti, alla presenza del vicesindaco Luca Butini, di Fabio Badiali in rappresentanza del Comune di Castelplanio, del consigliere regionale Enzo Giancarli, di Giuliana Chiorrini.

L’iniziativa è stata organizzato da Aicu e  dal Polo Scolastico “C. Urbani” di Porto Sant’Elpidio, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti delle Marche e le testate giornalistiche marchigiane, con il sostegno dell’Ufficio Scolastico Regionale, il patrocinio della Regione Marche e dei comuni di P.S.Elpidio, S. Elpidio a Mare e Jesi.

La cultura della solidarietà, i temi dell’attivismo sociale e della cooperazione internazionale, il coraggio e la passione sono stati al centro dei lavori delle scuole partecipanti. E gli studenti di Castelplanio  hanno così espresso i loro pensieri negli elaborati premiati: La Passione è la scintilla che nasce in noi! Carlo Urbani rappresenta la forza che viene dalla passione. Sin da ragazzo sentiva il bisogno di esprimere il suo modo di essere nella solidarietà verso gli altri, verso i più deboli. La spinta interiore verso l’altro lo ha aiutato a trovare, a capire e a costruire il suo progetto di vita. Ritroviamo in lui i valori universali della solidarietà e di quel sentimento che rappresenta l’amore gratuito per il prossimo: un amore che non chiede e non si aspetta nulla. Questo grande medico ci ha lasciato un insegnamento straordinario: il senso della vita risiede nella forza positiva di chi crede e si impegna per il bene della società. Così, nelle dolci colline che hanno visto nascere e diventare adulto Carlo Urbani, gli studenti custodiscono i suoi sogni ed intuiscono il senso della sua vita senza frontiere,  affinché illumini il loro cammino e il loro percorso di studi.

La passione, il coraggio, la competenza e una grande disponibilità a farsi prossimo degli ultimi: questi i ricordi di Carlo affiorati nei diversi interventi coordinati dal giornalista Vincenzo Varagona, in una mattinata ricca di testimonianze, con interventi musicali dell’Orchestra del Polo “C.Urbani” diretta dal dirigente Roberto Vespasiani e del coro guidato da Chiara Vitali, con la presentazione del libro “Carlo Urbani, una vita per gli altri” scritto dall’insegnante Ilenia Severini edito da La Spiga, con la partecipazione della giornalista Talita Frezzi, che ha parlato dell’arte di raccontare i fatti nel rispetto delle persone.