1 Marzo 2014 – Concerto di Carnevale – Progetto “Scopri la gioia di donare”

Concerto di Carnevale sabato 1 marzo alle ore 21, al Teatro Comunale di Maiolati Spontini nell’ambito del progetto: “Scopri la gioia di donare” promosso dall’Avis di Moie, con delegazione Pianello Vallesina, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi “C. Urbani” di Moie e “B. Gigli” di Monteroberto, le bande musicali “L’Esina”, Filarmonica “G. Spontini”, e Pianello Vallesina. Protagoniste le orchestre dell’indirizzo musicale dei due istituti. Circa 130 ragazzi si sono alternati sul palco, in tre diverse formazioni. Nella prima parte della serata hanno proposto brani del repertorio classico e moderno (H. Mancini, Abba, Deep Purple, G. Allevi, Freedman) due formazioni orchestrali, di secondo e terzo livello, dell’Istituto “C. Urbani”, guidate dai Maestri Gianluca Gagliardini, Salvatore Fatone, Marco Agostinelli e Giorgia Cingolani.  

La seconda parte ha visto protagonista l’orchestra dell’istituto “Gigli” con brani di Winwood, J. Strauss, F. Micalizzi, Reverberi – Giordano, con la direzione di Gabriele Bartoloni e Marco Monina. Gran finale per le due orchestre e il coro degli alunni, dirette da Serena Cavalletti (orchestra) e Tiziana Marfisi (coro) che hanno eseguito insieme il brano “Nel mare si può” (testo di E. Schiavoni e musica di S. Laureti), una canzone dedicata all’Avis e alla sensibilizzazione della donazione di sangue.

La serata, presentata dalla giornalista Beatrice Testadiferro, ha visto la partecipazione di tantissimi ragazzi, famiglie, insegnanti dei due istituti, i dirigenti scolastici Nicola Brunetti e Maria Luisa Cascetti; Giancarlo Carbini, sindaco di Maiolati Spontini; Ilario Papi, presidente del Consiglio di Istituto di Moie. «È importante che la scuola si apra al territorio – ha sottolineato Brunetti – e si senta parte viva della comunità. Questo concerto, tenuto nelle giornate di carnevale, rappresenta un segno concreto di presenza attiva e disponibilità.» Il progetto “Scopri la gioia di donare”, rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado, propone di costruire momenti di riflessione e dialogo sui temi dell’aiuto gratuito e della solidarietà.

Un’occasione per stimolare forme cooperative di risoluzione di problemi legati a situazioni di emarginazione sociale, per favorire un agire creativo ed espressivo a beneficio di situazioni difficili, in ambito scolastico ed extrascolastico, e per promuovere in famiglia, nei luoghi di incontro e di relazione sociale un dibattito sulle tematiche del volontariato.

 

 

 

Lascia un commento